background
Esperienze progettate in modo sartoriale. L’originalità è un valore.
background
Esperienze progettate in modo sartoriale. L’originalità è un valore.

ADVISORY PMI

Al fianco di Imprenditori, Ceo, Direzioni Generali, Direzioni HR nella gestione di processi di cambiamento, di contesti di crisi e conflitto, di valutazione d’impatto sul clima aziendale, delle dinamiche relazionali tra imprenditorialità e management tipiche delle Pmi.
Rispondiamo al bisogno di tempo per pensare, di semplificare la quotidianità, di dare valore al patrimonio di conoscenze, competenze, relazioni.

In che modo?

  • Riconoscimento e valorizzazione di diversità e inclusività
  • Potenziamento di risorse e competenze sociali
  • Supporto nella gestione di momenti di transizione quali progettazione successione, passaggi generazionali e genitorialità, integrazione culturale
  • Integrazione dell’area organizzativa e finanziaria in ottica di sviluppo del business

HR BUSINESS PARTNER

Sviluppo dell’area HR e del sistema persona per le Pmi, integrando nella gestione del personale tutti i processi che consentono di creare maggior valore per i clienti attraverso conoscenze, comportamenti, competenze e relazioni.
Rispondiamo al bisogno di dare valore alle persone, creare un sistema integrato di competenze, avere un sistema di gestione che consente lo sviluppo del business e delle persone.

In che modo?

  • Partendo dai valori aziendali declinandoli in comportamenti osservabili e competenze
  • Rilevando i fabbisogni formativi in relazione ai risultati di business e progettando i piani di sviluppo e di crescita
  • Sviluppando il modello organizzativo attraverso l’integrazione di tutte le funzioni aziendali

CHECK UP RELAZIONALE

Analisi dello stato di forma dell’ecologia sociale, delle emissioni che inquinano il sistema di relazioni compromettendo la competitività dell’azienda e la stabilità dei risultati, attraverso la rilevazione dei bisogni e del valore relazionale espresso e potenziale.
Rispondiamo al bisogno di benessere e produttività, creando un ambiente motivante e sviluppando la competitività con relazioni organizzative sane e cooperative.

In che modo?

  • Analisi, osservazione, valutazione di processi, persone, strumenti in affiancamento operativo
  • Mappatura dei processi di relazione: interni ed esterni, in essere e potenziali
  • Integrazione dei processi di relazione e dei profili di ruolo mettendo al centro il cliente
  • Creazione del sistema di valore dei processi di relazione

PROGETTO TALENTI

Al servizio delle organizzazioni per sviluppare un modello organizzativo in cui il talento sia vissuto come capitale di risorse da identificare, riconoscere, sviluppare, integrare, gestire per renderlo un investimento che si rivaluta nel tempo e contamina il sistema in cui opera.
Rispondiamo al bisogno di dare valore alla diversità d’espressione del potenziale in modo inclusivo e integrato, sviluppando la consapevolezza delle proprie risorse e piani di sviluppo.

In che modo?

  • Identificazione delle peculiarità dei singoli in relazione al concetto di talento in azienda
  • Creazione di un vocabolario e linguaggio comune integrato con il posizionamento aziendale
  • Definizione delle qualità e risorse disponibili e quali da sviluppare o potenziare
  • Percorsi di counseling individuale e di gruppo per i talenti e/o i responsabili

PROGETTO PRINT

Programma di Relazione Integrato (Print) di sviluppo organizzativo rivolto al settore sanitario e servizi alla salute, che ridisegna i processi di relazione attorno alla persona e potenzia le competenze sociali dell’organizzazione e degli operatori.
Rispondiamo al bisogno di valorizzare le unicità di ogni individuo, per creare relazioni autentiche e umane tra ospiti e professionisti, curando anche attraverso la relazione.

In che modo?

  • Assessment e check up del potenziale relazionale di chi ha un contatto con il pubblico
  • Creazione del modello di relazione dell’organizzazione attraverso laboratori di pratiche
  • Costruzione del programma di formazione e aggiornamento in modalità train the trainer
  • Progettazione dei processi di autovalutazione e di soddisfazione dell’ospite-paziente

THE LEADING CIRCLE

Percorso di sviluppo e potenziamento di un nuovo modello di leadership circolare multidisciplinare e multidimensionale ideato per chi guida persone e organizzazioni, che integra tre piani: fisico-intellettuale, relazione-sociale, aspirazionale-valoriale. In uno scenario di complessità, incertezza e volatilità l’armonizzazione di questi tre piani amplia le capacità di risposta alle sfide e rende più plastiche le possibilità di gestione delle risorse.
Rispondiamo al bisogno di creare organizzazioni e leader più sostenibili, in grado di generare valore economico e sociale, andando oltre se stessi.

In che modo?

  • Tre aree tematiche: fisico-intellettuale, relazione-sociale, aspirazionale-valoriale
  • Sei appuntamenti laboratoriali multidisciplinari: posizione e mercato, ego ed eco, creatività ed etica
  • Sei professionisti che si alternano nella conduzione portando il loro pensiero innovativo e le loro esperienze operative
  • Uno scambio di testimonianze e casi tra imprenditori e funzioni direzionali in una comunità di pratiche

FLOWING

Programma esperienziale che allena nuove competenze e abilità necessarie ad organizzazioni agili in mercati sempre più instabili, incerti, fluidi ridefinendo il concetto di ruolo nelle organizzazioni. Integra laboratori a sperimentazioni sul campo utilizzando la metafora e il contesto del canottaggio e della vela.
Rispondiamo al bisogno di imparare a gestire la discontinuità, cooperare in contesti di imprevedibilità e instabilità, riadattarsi al continuo mutare degli equilibri, utilizzare il tempo come alleato.

In che modo?

  • Due giornate di laboratori sull’evoluzione del concetto fludo di ruolo e autovalutazione della propria plasticità
  • Seminario di introduzione alla pratica del canottaggio, in partnership con Rowinteam del campione mondiale Edoardo Verzotti e in barca a vela, in partnership con Horca Myseria
  • Esperienza in acqua su imbarcazioni di 8 componenti
  • Rielaborazione dell’esperienza e contestualizzazione in ambito aziendale

PROGETTO BEN STARE, BEN ESSERE (POSTURAL COACHING®)

Dalla sinergia tra Relation Design® e Postural Coaching®, si sviluppa il progetto di autocompetenza e sviluppo delle proprie competenze sociali che parte dall’analisi della postura e della posizione per comprendere come queste incidano sul benessere psico-fisico, sul proprio potenziale relazionale, sui propri risultati.
Rispondiamo al bisogno di migliorare l’integrazione mente-corpo-relazioni, sviluppare maggiore consapevolezza sulle dinamiche implicite di relazione e sull’impatto nella costruzione della performance.

In che modo?

  • Laboratori esperienziali condotti da Giuseppe Ferrari
  • Acquisizione di tecniche e strumenti di potenziamento della propria elasticità ed equilibrio
  • Sperimentazione dei giochi di posizione invisibili e inconsapevoli nelle relazioni quotidiane
  • Creazione di una propria scheda di allenamento personale per migliorare i propri risultati

LA COLLABORAZIONE INTERFUNZIONALE (LEGO® SERIOUS PLAY®)

Progetto di sviluppo e allenamento della collaborazione interfunzionale come competenza di team interconnessa al benessere e alla positività nelle organizzazioni. Trovare, collegare e costruire con i mattoncini, attraverso il metodo LEGO® Serious Play®, consente di liberare il pensiero laterale ed esprimersi attraverso un canale diverso dalla mente-parola. Pensare con le mani rilascia energia creativa e permette l’accesso a risorse di cooperazione e problem solving normalmente poco utilizzate.
Rispondiamo al bisogno di migliorare le relazioni tra funzioni organizzative, creare reti collaborative tra funzioni e reparti, allenare un approccio di collaborazione e promuovere la metafora dell’organizzazione come ecosistema le cui parti sono integrate e collaborano per il bene comune.

In che modo?

  • Una o due giornate di workshop esperienziale con un facilitatore certificato che crea il giusto ambiente e accompagna il team nelle diverse fasi della metodologia
  • Stimolazione dell’espressione personale che si libera attraverso il gioco e creazione di un punto di vista collettivo sul tema
  • Rilettura e restituzione del processo da parte del team: i modellini lego creati dal gruppo, traducono in storytelling e immagini l’esperienza vissuta, creando una narrazione a testimonianza tangibile di quanto condiviso ed elaborato
  • Definizione degli action point: il team si autoregola e passa all’azione definendo un piano di azioni e comportamenti per migliorare la gestione delle relazioni e della collaborazione interfunzione